Ford Fiesta Italia

In evidenza

         

 


 

Login

Via alla produzione dell'Ecoboost 1.0

Il presidente e CEO Alan Mulally ha inaugurato oggi la produzione di serie del più compatto motore Ford a benzina. Il nuovo propulsore, di cilindrata 1.0, turbocompresso e a iniezione diretta, entra a far parte della famiglia EcoBoost e debutterà in Europa all’inizio del 2012, e, successivamente, a bordo dei veicoli Ford in tutto il mondo.

Ford ha annunciato che il nuovo EcoBoost tre cilindri 1.0 svilupperà, a bordo della nuova Focus, una potenza di 125 cavalli, mantenendo a livelli straordinariamente bassi (114g/km) le emissioni. Una seconda versione da 100 cavalli porterà le emissioni di CO2 al valore record di 109g/km, il migliore del segmento. “Il nuovo EcoBoost 1.0 assieme al resto della gamma motori EcoBoost, ingloba una tecnologia che garantisce potenza, efficienza nei consumi, e basse emissioni attraverso il turbocompressore con l’iniezione diretta,” ha dichiarato Mulally. “Questi motori offriranno ai nostri clienti le vetture più efficienti che desiderano e, contribuiranno alla riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi.” Con Mulally hanno partecipato all’evento Hannelore Kraft, governatore della Renania Settentrionale-Vestfalia, Germania, ed Elfi Scho-Antwerpes, sindaco di Colonia. Per la messa in produzione del motore, Ford ha investito 134 milioni di euro, per realizzare una linea di assemblaggio ad elevata tecnologia presso gli impianti di Colonia, i cui 870 dipendenti produrranno fino a 350mila esemplari del nuovo motore ogni anno.

 

La capacità potrà essere portata fino a 700mila unità/anno quando all’inizio del 2012 si affiancherà alla produzione il nuovo impianto Ford a Craiova, in Romania. Ford prevede di aumentare nel breve periodo le linee di produzione del nuovo EcoBoost 1.0, realizzandone di aggiuntive anche fuori dall’Europa per portare la capacità globale a 1.3 milioni di unità/anno e rendere il motore disponibile per i clienti di tutto il mondo.

 

Il nuovo EcoBoost a benzina compatto

Il nuovo EcoBoost eroga potenze in grado di competere con un motore tradizionale di cilindrata 1.6, ma con una maggiore efficienza nei consumi ed emissioni di CO2 più basse. Il blocco cilindri dell’EcoBoost 1.0 non è più grande di un foglio di carta di formato A4, ma garantisce fino a 125 cavalli e 170Nm di coppia massima (200Nm con overboost), un rapporto cilindrata-potenza che non ha precedenti per un motore Ford. “L'impegno di Ford a considerare la Germania quale un area per lo sviluppo e la produzione di tecnologia è significativo" ha dichiarato Mulally " In nessun altra area geografica al di fuori degli USA la progettazione, l’ingegnerizzazione e il design si avvalgono di una lunga tradizione di eccellenza.”. Il potente ma compatto nuovo EcoBoost debutterà all’inizio del 2012 in Europa a bordo della Ford Focus, e permetterà economie nei consumi senza rivali: 5.0 l/100km ed emissioni di appena 114g/km di CO2 per la versione da 125 cavalli, che scendono a 109g/km, valori record per il segmento, per la versione da 100 cavalli. Il motore sarà disponibile anche per la Ford C-Max, nonché per la nuova B-MAX, che entra in produzione nel 2012. Ulteriori applicazioni globali di questo propulsore saranno annunciate da Ford in un prossimo futuro. Allo sviluppo dell’EcoBoost 1.0 hanno partecipato esperti e ingegneri Ford di tutta Europa, dell’European Research and Advanced Research Centre di Aachen, Germania, e del Technical Centre di Dunton, nel Regno Unito. “Il nuovo motore EcoBoost 1.0 è il risultato di un impegno collaborativo che sin dall’inizio ha coinvolto il meglio dell’esperienza Ford di tutta Europa, che ha portato allo sviluppo non solo di un prodotto avanzatissimo, ma anche di una struttura di produzione estremamente moderna,” ha spiegato Stephen Odell, Presidente e CEO di Ford Europa. “Il risultato di questo impegno è un motore che al suo debutto garantirà alla Ford Focus emissioni straordinariamente basse, senza rinunciare alle prestazioni emozionanti che i clienti si aspettano da una Ford.”

 

Sviluppo ad alta tecnologia

Gli avanzati impianti di produzione di Colonia per il nuovo EcoBoost sono stati progettati con in mente la massima efficienza e la totale flessibilità: il team Manufacturing Engineering Ford di Dunton, nel Regno Unito, ha utilizzato un sofisticato software di progettazione virtuale. A Colonia sono stati installati quasi 100 nuovi macchinari e una linea di assemblaggio dedicata di 580 metri. Lungo la linea di assemblaggio sono 55 i processi completamente automatizzati, 14 quelli semi- automatici, e 90 postazioni di lavoro per personale altamente specializzato, che aiuta ad assicurare gli standard di qualità più elevati. I macchinari automatici installati sono in grado di operare sulla linea di assemblaggio con una precisione di 10 micron, cioè il 10-20% dello spessore di un capello umano. Ford ha messo a punto una serie di tecnologie di produzione che riducono la quantità di liquido di raffreddamento necessario per lavorare sui componenti di alluminio dei motori. Per ogni elemento è necessaria una quantità di soli 4-5ml di liquido, mentre precedentemente potevano servirne anche due litri: questa riduzione di oltre il 99% contribuisce a ridurre l’impronta ambientale degli impianti di produzione. La nuova tecnologia di test a freddo, inoltre, permette di effettuare i test sui motori costruiti senza necessità di avviarli, abbattendo del 66% le emissioni di CO2 normalmente derivanti da questo processo. Il resto dell’energia necessaria all’impianto di produzione è ricavata al 100% da fonti rinnovabili. Rispetto alla produzione, che oggi volge al termine, del motore Ford V6 4.0, la quantità di elettricità necessaria è inferiore del 66%.

 

Tu sei qui: Home News Via alla produzione dell'Ecoboost 1.0

Utenti registrati

  • 16421 registrati
  • 0 oggi
  • 9 questa settimana
  • 1074 questo mese
  • Ultimo: NaTHaN75

Link rapidi

Sito Ford Ufficiale

Etis Ford

Ford Connectivity

Micro Sito Fiesta Ufficiale

Copyright & note

Questo sito e il forum annesso costituiscono una community gratuita in nessun modo legata al marchio Ford Italia S.p.A. o da altre aziende legate a Ford Motor Company. Aggiornato ad intervalli NON regolari. Non rientrante nella categoria dell'informazione periodica stabilita dalla Legge 7 marzo 2001, n.62. Le informazioni riportate potrebbero non essere esatte.